Ti trovi qui:AlParco / Brienza / Il Personaggio: Mario Pagano

Il Personaggio: Mario Pagano

Scritto da Francesca Lorenzino

Mario Pagano: naque a Brienza l’8 dicembre 1748 da una famiglia di notai. E’ stato giurista, politico e patriota. Una delle personalità di rilievo dell’Illuminismo italiano e per­sonaggio di spicco della Repubblica Partenopea del 1799. Morì a Napoli il 29 ottobre del 1799.

Mario Pagano fu un grande filosofo, politico e avvocato, nonché uno dei maggiori esponenti della cultura illumi­nistica del sud Italia. Nato a Brienza l’8 dicembre 1748 morì giustiziato a Napoli il 29 ottobre 1799. Dopo aver trascorso l’in­fanzia nella cittadina natia si trasferì a Na­poli dove, a seguito di un’iniziale carriera ecclesiastica, si dedicò agli studi giuridici. Fondamentale fu il suo ruolo durante gli avvenimenti della rivoluzione partenopea e nella breve vita della Repubblica napole­tana. Grande idealista e persecutore della giustizia dedicò la sua in­tera vita alla difesa degli innocenti, alla creazio­ne di leggi eque e al raggiungimento dell’eliminazio­ne della tortura quale strumento per estorcere la ve­rità durante i processi penali. Scrisse opere di elevato spessore cul­turale, quali “I Saggi Politici” e “Le conside­razioni sul processo criminale”, e fu l’autore quasi esclusivo della “Costituzione Napoletana”, che mai entrò in vigo­re a causa di que­stioni tempistiche.

Altro in questa categoria: Brienza. Borgo medievale »

Ponte alla Luna right

weekend basilicata

IvyTour

ESCURSIONI E VISITE GUIDATE VIAGGI E VACANZE AVVENTURA IN BASILICATA

Tour Operator in Basilicata

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca in basso su Approfondisci.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Questo banner non è una nostra scelta, ma un obbligo di legge.