Ti trovi qui:AlParco / Primo Piano / Iniziative di Al Parco / Pellegrinaggio a piedi alla Madonna di Viggiano 2014
Martedì, 26 Agosto 2014 00:00

Pellegrinaggio a piedi alla Madonna di Viggiano 2014

Scritto da

INFO SU PELLEGRINAGGIO 2018. CLICCA QUI

Dal 5 al 7 Settembre. Dal Melandro a Viggiano.

L'anno scorso è andata così: A piedi... si arriva nei posti.

Al Parco, in collaborazione con la guida Donatello Salvatore, con in mente e nel cuore le sensazioni indescrivibili vissute l'anno scorso ripropone il pellegrinaggio a piedi dal Melandro a Viggiano in occasione della processione in discesa della Madonna Nera dalla Montagna Grande a Viggiano.

Si parte il 6 Settembre mattina, molto presto dal Rifugio Fontana delle Brecce a Marsico Nuovo (PZ). I più temerari possono aggregrarsi al gruppo che parte a piedi da Satriano o Savoia il giorno prima. Boschi, radure, ruscelli, mulattiere, sentieri fino al Monte di Viggiano (1727metri). Si dorme in vetta. All'alba, con la Madonna, si scende in processione fino a Viggiano. Altri dodici chilometri. Nel frattempo non saremo esattamente più di quelli di prima.
Il rito è fortissimo e prende anche gli scettici. Come il tragitto.
Se suonate qualche strumento non dimenticatevelo per favore.
Ma occhio allo zaino, leggero!

Nel pomeriggio del 7 settembre un autobus ci riporta alla base di partenza.

partelaprocessionefoto-dentato

SCHEDA TECNICA DESCRITTIVA

SAVOIA / SATRIANO - VIGGIANO
APPUNTAMENTO 1: venerdì 5 settembre ore 8:30 Piazza indipendenza a Savoia di Lucania (PZ)
APPUNTAMENTO 2: venedì 5 settembre ore 7:30 Piazza dei Satrianesi nel Mondo, Satriano di Lucania (PZ)
Si parte molto presto, si arriva nel pomeriggio al Rifugio Fontana delle Brecce, passando per Bosco Ralle e il territorio di Sasso di Castalda, dove ci si unisce con il resto del gruppo. Si dorme li. Le tende e i bagagli pesanti possono essere trasportati con auto di supporto.

FONTANA DELLE BRECCE (Marsico Nuovo) - VIGGIANO
APPUNTAMENTO 2: venerdì 5 settembre ore 18:00 al Rifugio Fontana delle Brecce per passare la notte sotto le stelle e trovarsi la mattina già sul posto. Cena in compagnia.
APPUNTAMENTO 3: sabato 6 settembre ore 7:30 a Rifugio Fontana delle Brecce
PARTENZA: ore 8:00 Rifugio Fontana delle Brecce
ARRIVO: ore 19:30 circa, Santuario Madonna di Viggiano

OFFERTE CENA, COLAZIONE E PRANZO A SACCO PER I PELLEGRINI
Presso il Rifugio Fontana delle Brecce è possibile cenare venerdì sera a 15€ a persona

Antipasto | Spiedino di baccalà
Primo | Trittico lucano al ragù di pezzente
Secondo | Millefoglie di maiale con funghi
Dessert
Sfera di cioccolato con crema

Sabato mattina per 7€ colazione rustica e pranzo a sacco.

DESCRIZIONE

Dal Rifugio Fontana delle Brecce, si prosegue sino alla Piana del Lago. Poi in salita verso Serra di Calvello

camminando-sui-crinali2

per giungere al Calvelluzzo quota 1699 m, dove si gode di una magnifica vista sulla Val d’Agri. Verso l’ora di pranzo si scende lungo il versante per circa duecento metri per immettersi sulla strada verso il rifugio Romaniello, quota 1250 circa, pranzo e dovuto riposo, ci s’incammina fiancheggiando il Volturino fino al quadrivio 1300 m (slm). Una bella sosta prima di affrontare la parte più dura del percorso: 400 m di dislivello a forte pendenza. Raggiunto il santuario il contachilometri segnerà 23 km circa.
DIFFICOLTA’: escursionistica
DURATA: 8 ore circa escluso le soste
PERCORSO: strada sterrata e sentieri
Escursione impegnativa consigliata a chi gode di buona salute e di una buona preparazione fisica.
Si consiglia a chi volesse partecipare di fare una piccola preparazione, svolgendo camminate di lunghezza progressiva, almeno dieci giorni prima della partenza, in questo modo si può affrontare la camminata in modo tranquillo, ovviamente un po’ di stanchezza si sentirà. 

Quota minima: 1100 m slm
Quota massima: 1725 m slm

Orario partenza: 8:00
Orario arrivo: 19:30

NORME DI COMPORTAMENTO

Durante la traversata, i partecipanti sono tenuti a:

Rispettare gli orari e i tempi
Non allontanarsi dal gruppo senza aver avvertito la guida
Comunicare per tempo alla guida qualsiasi problema o esigenza, senza paura e vergogna
Gestire i propri rifiuti fino agli appositi cassonetti
Rispettare la natura e la cultura delle popolazioni locali
Non uscire dal percorso
Non abbandonare alcun oggetto
Non accendere fuochi
Limitare il più possibile i rumori
Non imbrattare alberi e rocce con scritte o altri segni
Non staccare pezzi di roccia né lanciare sassi per non ferire altri escursionisti o disturbare gli animali
Attenersi alle istruzioni della guida, collaborando alla buona riuscita della traversata evitando in modo categorico comportamenti che possono mettere in pericolo l’incolumità fisica propria e dei propri compagni

EQUIPAGGIAMENTO CONSIGLIATO

SCARPE: sono di fondamentale importanza in un’escursione di lunga percorrenza, sconsigliate quelle da ginnastica, se non se ne può fare a meno, controllare almeno che abbiano la suola ramponata. Le scarpe basse da trekking vanno bene. L’utilizzo di scarpe nuove è molto sconsigliato, basterebbe usarle per qualche giorno, anche per strada, formando ed adattando la scarpa al piede, in questo modo si evitano vesciche e sfregamenti che possono compromettere la buona riuscita della traversata. Calzini traspiranti di media altezza.
PANTALONI: meglio se lunghi di materiale tecnico, leggeri e scorrevoli sulle ginocchia al fine di favorire la marcia
MAGLIETTA: meglio se di materiale tecnico traspirante, leggera e che si asciughi rapidamente, preferire colori chiari
COPRICAPO: berretto, bandana o buff
BORRACCIA: di almeno un litro, preferibile termica
ZAINO: va bene un piccolo zaino da 25 -30 litri, le borse a tracolla sono inadatte, come uno zaino grosso e scomodo, su molti chilometri potrebbe essere fastidioso. Evitare di caricarlo troppo!
SACCHETTO: tenere sempre un sacchetto per i propri rifiuti, un contenitore ignifugo (se fumatore) per le proprie cicche di sigaretta
FARMACI INDIVIDUALI
ACCESSORI UTILI MA NON INDISPENSABILI: repellente per insetti, crema solare, occhiali da sole, fazzolettini o salviette umidificate, amuchina, binocolo, macchina fotografica, coltellino multiuso, poncho o k-way
SACCO A PELO: si dorme dentro il rifugio in vetta
FELPA: a 1700 metri di notte fa freddo, importante non dimenticarsi una maglia pesante!
PRANZO A SACCO: calcolate che in due giorni faremo circa 35 chilometri, la prima parte del tragitto è lontano dai centri abitati. Una volta arrivati in vetta si può scendere al parcheggio dove gli ambulanti stanno aperti tutta la notte. Importante avere qualcosa da mangiare anche il giorno dopo quando all'alba partiremo con la Madonna in direzione Viggiano. Se vi piace il vino portate la vostra razione, 1 litro ciascuno va bene.

In caso di avverse condizioni atmosferiche l'escursione potrebbe subire variazioni o essere annullata.

Prenotazione obbligatoria.
Quota di partecipazione: 30€ a persona per chi parte da Satriano | 20€ per chi parte dal Rifugio Fontana delle Brecce.

 

Per info:

Donatello Salvatore 348 7495371

Rocco Perrone 329 5320026

Emanuele Sileo 3286991733


Ponte alla Luna right

weekend basilicata

IvyTour

ESCURSIONI E VISITE GUIDATE VIAGGI E VACANZE AVVENTURA IN BASILICATA

Tour Operator in Basilicata

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca in basso su Approfondisci.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Questo banner non è una nostra scelta, ma un obbligo di legge.