Ti trovi qui:AlParco / Interviste / Destinazioni pink, intervista a Isa Grassano
Martedì, 28 Luglio 2015 00:00

Destinazioni pink, intervista a Isa Grassano

Scritto da Albina Sodo
Etichettato sotto
Isa Grassano Isa Grassano

Dall’ortoterapia lanciata da Michelle Obama al trekking urbano nel saliscendi di Urbino; dalle fonti termali di Budapest alle architetture eco-sostenibili della Costa Navarino; dalle mani in pasta in Valle d’Itria all’adrenalina del Volo dell’Angelo. Sono solo alcuni degli itinerari proposti da Isa Grassano, giornalista e travel blogger lucana, ne In Viaggio con le amiche (Newton Compton Editori). Una guida coinvolgente pensata per le donne lontane dalla routine quotidiana. Perché da ogni viaggio si torna rigenerate. Perché ogni viaggio è un nuovo sguardo sul mondo.

Isa è in libreria l'edizione economica (ma ampliata) di In viaggio con le amiche. Per cosa si caratterizza l'universo femminile in vacanza?
Per il profumo di indipendenza, per le affinità, per l'armonia e i patti tra donne. Sono superati i tempi in cui l'universo femminile si faceva la guerra. Oggi c'è una complicità totale che si rafforza ancora di più durante il viaggio. E da questo scambio di pensieri, confidenze, allegre risate e, perché no, anche condivisioni di tormenti interiori, si torna più ricaricate.

Pensi che lo sguardo delle donne quando viaggiano sia diverso rispetto allo sguardo degli uomini?
Gli uomini non potranno mai capire certe dinamiche e noi donne abbiamo una sensibilità diversa. Si, gli sguardi sono quasi all'opposto. Dinnanzi ad un tramonto, ad esempio, noi donne abbiamo una sorta di contagio emotivo. Gli uomini "vedono" semplicemente (e apprezzano), l'altra metà del cielo "sogna ad ogni sguardo" sul mondo.

Sei co-founder del blog Amiche si parte. Come spieghi il successo dei/delle travel blogger?
C'è voglia di condivisione di emozioni e i blog di viaggio aiutano a sognare con bellissime immagini e descrizioni dettagliate di un luogo. Ogni blogger va sul posto, annota nel suo taccuino virtuale quello che vive, prova, sperimenta, gusta e lo trasferisce agli altri senza filtri. Insomma, il suo diario di viaggio diventa una guida "reale" per chi poi decide di partire e si fida della qualità dei contenuti che ha letto. Nel blog (www.amichesiparte.com) che gestisco con l'amica e collega Lucrezia Argentiero, oltre al supporto di un gruppo di altre giornaliste, cerco di offrire anche spunti al di fuori dei circuiti tradizionali e di comunicare ogni cosa in maniera semplice e coinvolgente. Abbiamo, inoltre, diverse rubriche, da quella sui vip in vacanza ai viaggi con gli animali, passando per "chi cerca trova", ovvero la possibilità di fare nuove amicizie in rete e partire insieme ad un'altra amica, o più di una, che ha in testa la stessa meta.

Ci suggerisci tre mete: per un viaggio di relax, avventuroso ed esperienziale?
Per me relax significa terme e coccole. Quindi propongo Budapest. Per il numero elevatissimo di fonti e sorgenti termali ha conquistato il titolo di “città termale”. C’è solo l’imbarazzo della scelta: chi offre bagni in notturna (aperti fino alle 4 del mattino per aspettare quasi l’alba), chi la possibilità di giocare a scacchi, mentre si è placidamente a mollo. A due passi dalla centrale piazza Vorosmarty, c’è il tepore delle terme Szechenyi, dal look neobarocco e oltre 15 piscine.
Per chi ama le emozioni forti, non posso non suggerire di vivere l'adrenalina del Volo dell'Angelo (www.volodellangelo.com) in Basilicata, la mia terra d'origine. Siamo tra le Piccole Dolomiti Lucane, costoni rocciosi erosi dagli agenti atmosferici, dai nomi fantasiosi come l’aquila reale, l’incudine, la grande madre, la civetta. Appese ad un filo, protette da un’imbracatura e in tutta sicurezza, si è “lanciate” a forte velocità, lungo un carrello, che scorre lungo un cavo d’acciaio collegato alle due estremità opposte dei due borghi più belli di Italia “Castelmezzano e Pietrapertosa”. Si può fare in due, perfetto da condividere con l'amica del cuore.
Per un viaggio esperienziale si va in Valle d’Itria, con il suo “bianco” che sembra accendersi di argento sotto i raggi del sole. Qui l’ABC della Puglia (www.abcdellapuglia.com), un'associazione formata da tre amiche, offre tre diverse esperienze che contengono “le consonanti e le vocali” necessarie per scrivere la parola “Emozioni”. Così se la dieta non è contemplata tra gli obiettivi di evasione, si può provare a mettere le mani in pasta, cimentandosi con grembiule e cappello da fornaio.

La località più eco-sostenibile?
Costa Navarino (www.costanavarino.com), una destinazione nuova nella regione greca della Messinia, nella parte sud occidentale del Peloponneso (a circa 45 km dall’aeroporto internazionale di Kalamata). È eco, è chic, è per vere intenditrici, lontano dal frastuono del turismo di massa.
Strutture alberghiere e resort di lusso occupano non oltre il 10% del territorio in stile perfettamente sostenibile. L’architettura degli edifici ha tenuto conto delle tecniche bioclimatiche e gli edifici sono orientati per sfruttare la luce del sole e con ombreggiatura naturale.

Qual è l'oggetto o la situazione che non si può non condividere in un itinerario pink?
Sicuramente scambiare la propria casa con un’altra. Requisiti richiesti? Un po’ di flessibilità sulle date, un po’ di iniziativa per trovare la soluzione giusta e non avere timore di lasciare la propria casa a sconosciute. Oltre al risparmio, si può vivere un’altra città come una persona del posto e nel mondo che quelle pareti racchiudono.

Cosa rende unico il viaggio? Il luogo scelto, le persone del posto o le bellezze che lo attraversano?
Un mix di tutto. Ci si lascia conquistare dal paesaggio, dai negozi di artigianato, dalla ricchezza delle tradizioni. Io poi che sono una chiacchierona, amo tanto incontrare le persone e mi lascio conquistare dalle loro storie. Di ogni viaggio mi piace molto ciò che si porta al ritorno: le emozioni vissute e le immagini silenziose che hanno rapito il mio cuore.

Un consiglio: molla tutto e viaggia per...
Una qualsiasi destinazione, ma che rappresenti, soprattutto, un modo nuovo di vedere le cose.

 

@Albina Sodo

 


Il Carnevale di Satriano di Lucania.
Il 2 e 3 Marzo 2019 a Satriano di Lucania.

Il Carnevale di Satriano

Ponte alla Luna right

IvyTour

ESCURSIONI E VISITE GUIDATE VIAGGI E VACANZE AVVENTURA IN BASILICATA

Tour Operator in Basilicata

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca in basso su Approfondisci.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Questo banner non è una nostra scelta, ma un obbligo di legge.