Ti trovi qui:AlParco / Interviste / Percorso di Vaglio, dieci anni: intervista a Graziano Matteo
Sabato, 30 Luglio 2016 00:00

Percorso di Vaglio, dieci anni: intervista a Graziano Matteo

Scritto da Albina Sodo

Il Percorso di Vaglio compie 10 anni: non fartelo raccontare!
Graziano Matteo è l’allenatore di una squadra fortissima che da dieci anni, insieme alla Pro Loco e al Comune di Vaglio (PZ), trasforma il paese in un ristorante a cielo aperto. Tra gli eventi più attesi dell’estate lucana il Percorso eno-gastronomico e storico-culturale di Vaglio coinvolge turisti e visitatori per la sua capacità di rinnovarsi negli stand del gusto, nelle performance artistiche e per la partecipazione dell’intera comunità.

 

Doppia cifra per il percorso eno-gastronomico e storico-culturale di Vaglio. Come è cambiato l'evento in 10 anni?
29 settembre 2007, 5, 6 e 7 agosto 2016. Facciamo ancora fatica a metabolizzare. Ricordo il primo giorno di 10 anni fa, quando affacciati al muraglione, con visuale sull’ingresso del percorso, aspettavamo, speranzosi, i visitatori. Ed eccoci ancora qua, e già! Catapultati tra gli eventi più attesi del panorama regionale e non solo. Cosa cambia nell’evento? Errori nuovi, mai gli stessi. La sorpresa più grande? Organizzarlo ogni anno. Le problematiche sono tante, a volte le motivazioni vacillano, ma le soddisfazioni sono benzina propulsiva per i motori della Pro Loco.

Siete stati tra i primi a promuovere il territorio proponendo sperimentazioni e contaminazioni. Perché questa scelta?
Il percorso è la vetrina di Vaglio, ci mettiamo l’abito del giorno di festa, ma la forza sta nel panorama che ci circonda lungo tutto l’anno. Chiese millenarie, portali imponenti che tolgono il fiato, vicoli e stradine che testimoniano antiche usanze. Radici ben fissate con uno sguardo al futuro, a tutto quello che ci circonda, fonte di crescita per l’evento e, soprattutto, per la comunità.

Le novità dell'edizione 2016 #iopartecipo?
Il percorso è di tutti, ognuno ha i propri aneddoti, i propri ricordi. Purtroppo persone che erano con noi 10 anni fa, adesso ci guardano dall’alto e continuano a fare il tifo per noi, noi quest’anno vogliamo dedicarglielo, mettendo al centro le storie di ogni partecipante. Un canale per caricare foto, io fotografo, un canale per caricare video, io riprendo, tutti inseriremo il nostro tassello.

Quante persone collaborano e rendono accogliente ogni angolo di Vaglio?
Siamo tutti collaboratori, parte del percorso, dall’anziano che tollera i “rumori”, dalla mamma costretta a manovre non proprio comode, da chi in prima linea si impregna di polvere e sudore per rendere tutto, tremendamente indimenticabile. Fidatevi che ci si diverte più ad organizzarlo che non a viverlo, ecco perché daremo la possibilità e l’onore a tutti.

Il momento più bello finora?
Deve ancora arrivare. Quando qualcosa di concreto e duraturo nascerà e si avvarrà dello spirito del percorso, quando i giovani ne usufruiranno con orgoglio e gli anziani lo racconteranno ai nipoti, il nostro obiettivo sarà raggiunto, e il momento di gioia supererà di gran lunga le non poche soddisfazioni già conquistate.

Un motivo per raggiungere Vaglio il 5, 6 e 7 agosto prossimi.
Ristorante a cielo aperto, una tavolata lunga circa 1,2 km, aperitivo di eccellenza, chef stellato, piatti di una tradizione che non si vuole abbandonare, festival di suoni e di colori, un’attrazione grande un paese, Vaglio. Non fatevelo raccontare, vi aspettiamo il 5, 6 e 7 agosto.

 

Albina Sodo

 


Articoli correlati (da tag)

Ponte alla Luna right

weekend basilicata

IvyTour

ESCURSIONI E VISITE GUIDATE VIAGGI E VACANZE AVVENTURA IN BASILICATA

Tour Operator in Basilicata

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca in basso su Approfondisci.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Questo banner non è una nostra scelta, ma un obbligo di legge.