Ti trovi qui:AlParco / Primo Piano / Matera nel club delle città di Pascoli
Giovedì, 02 Agosto 2012 09:38

Matera nel club delle città di Pascoli

Scritto da

In occasione del centenario dalla morte di Giovanni Pascoli nasce, per volontà del Comune di Berga, il club delle città pascoliane

Lo scopo dell’iniziativa è quello di creare una rete dei luoghi dove il poeta ha vissuto e lavorato.

Matera entra nel club insieme a San Mauro di Romagna, Urbino, Firenze, Bologna, Massa, Livorno, Messina e Pisa.

A Matera e, precisamente al liceo Classico Duni, Pascoli ottenne nel 1882 il suo primo incarico, subito dopo la laurea conseguita all’Università di Bologna.  Qui, nella città dei sassi, il poeta rimarrà fino al 1884.

Della città lucana, in seguito, scriverà “Sì: delle città in cui sono stato, Matera è quella che mi sorride di più, quella che vedo meglio ancora, attraverso un velo di poesia e di malinconia”.

La cerimonia di inaugurazione ufficiale si è tenuta, nei giorni scorsi, al “Teatro dei Differenti” di Berga, alla presenza dei sindaci di tutte le città facenti parte del club e del presidente della Fondazione  Giovanni Pascoli, Alessandro Adami che ha ricevuto il "San Cristoforo d’oro", lo storico premio indetto dalla città lucchese il giorno del suo santo patrono.

Anche il sindaco di Matera, Salvatore Adduce, ha partecipato e, come agli altri, è stato omaggiato con la tradizione medaglia. Un’occasione importante per la città dei sassi per arricchire ulteriormente il suo patrimonio artistico, storico e culturale.

Tra gli obiettivi del club delle città pascoliane vi è l'organizzazione di incontri e convegni in memoria  del poeta e la predisposizione di un’apposita segnaletica nei posti da lui vissuti e frequentati.

Un’iniziativa lodevole in memoria di uno dei più grandi poeti della storia italiana.

di Mariapina Fortuna


weekend basilicata

IvyTour

ESCURSIONI E VISITE GUIDATE VIAGGI E VACANZE AVVENTURA IN BASILICATA

Tour Operator in Basilicata

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca in basso su Approfondisci.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Questo banner non è una nostra scelta, ma un obbligo di legge.