Ti trovi qui:AlParco / Primo Piano / Quattro artisti lucani alla "Florence Biennale"
Venerdì, 23 Ottobre 2015 00:00

Quattro artisti lucani alla "Florence Biennale"

Scritto da Francesca Lorenzino
Aniello Ertico Aniello Ertico

Importante occasione per l’arte lucana. Dal 17 al 25 ottobre saranno infatti ben quattro gli artisti lucani che avranno l’onore di vedere esposte le proprie opere alla X edizione della Florence Biennale - Mostra Internazionale d’Arte Contemporanea di Firenze. L’autorevole istituzione non governativa, si occupa da 20 anni dell’organizzazione di quella che è diventata nel tempo una delle esposizioni di principale riferimento per eccellenti artisti e amanti dell’arte contemporanea, ponendosi tra le più importanti e rilevanti iniziative di questo genere a livello mondiale. In virtù di tale rilevanza in ambito mondiale l’evento gode del patrocinio del Presidente della Repubblica, del Ministero dei beni e dell’attività Culturali, della Regione Toscana, del Comune di Firenze e di Expo Milano 2015. La prestigiosa manifestazione, che per la corrente edizione si fonda sul tema “Arte e Polis”, ospiterà nel corso dei nove giorni 423 artisti provenienti da 62 Paesi di tutto il mondo nonché una lunga serie di eventi culturali collaterali: letture, conferenze, performance artistiche e musicali, spettacoli e lezioni di ballo, presentazione di libri, riviste e documentari e non mancheranno neppure cerimonie di consegne premi e eleganti cene. La partecipazione per la prima volta della Basilicata a questo evento si deve alla Galleria Porta Coeli di Venosa la quale la scorsa estate, in seguito alla stipulazione del partenariato con la Folerence Biennale, ha provveduto con professionalità e imparzialità alle selezione delle quattro opere, scegliendo tra una rosa di artisti provenienti da sud Italia, Grecia, Paesi del Medio Oriente e del continente africano. La nostra Regione, oltre che attraverso l’esposizione delle opere dei quattro artisti (“La mia città e/è il mondo”- tecnica mista su tela di Giovanni Cafarelli, “La città di mezzo”- scultura sottrattiva di Donato Linzalata, “Sipario”- fusione del bronzo e dell’argento su piano ligneo di Manuela Telesca e “Phoenix”- fusione del bronzo nella terra di Antonio Saluzzi”) prenderà parte a pieno alla manifestazione grazie ad altri due importanti eventi che la riguardano. Si terrà, infatti, sabato 24 dalle ore 17 alle 18 presso i locali del book shop, la presentazione dell’ultimo lavoro letterario di Aniello Ertico “Scirocco”. Si tratterà di una presentazione originale e suggestiva che di sicuro appassionerà i presenti in quanto prevede, oltre al consueto spazio lasciato ai relatori, una rappresentazione drammaturgica di un testo sapientemente estrapolato e rielaborato dall’opera da Mariano Paturzo che verrà interpretato dalla bravissima e affascinante attrice Cinzia Maccagnano su sottofondo musicale delle armoniche note che prenderanno vita dalla fisarmonica di Marcello Fiorini. Il giorno successivo la Basilicata sarà ancora degnamente rappresentata attraverso la presentazione della rivista potentina di arte, storia e cultura “Sineresi”. Consapevole della grande occasione che comporta una collaborazione di questo genere la Galleria sta seguendo direttamente e con costanza l’evento. Testimonianza di ciò è stata la presenza del direttore della Galleria alla cerimonia di inaugurazione alla quale ha preso parte, provvedendo al taglio del nastro, anche il vicesindaco di Firenze Dario Nardella. Il direttore ha già garantito la sua presenza ai prossimi eventi in programma per il 24 e il 25.

 


weekend basilicata

IvyTour

ESCURSIONI E VISITE GUIDATE VIAGGI E VACANZE AVVENTURA IN BASILICATA

Tour Operator in Basilicata

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca in basso su Approfondisci.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Questo banner non è una nostra scelta, ma un obbligo di legge.