Ti trovi qui:AlParco / Notizie / Ambiente / Rifiuti a peso d’oro

Rifiuti a peso d’oro

Scritto da

I dati dell'Osservatorio prezzi & tariffe di Cittadinanzattiva: in Basilicata spesa media annua aumentata dell'0,8%; Matera al secondo posto tra le città dove il servizio costa meno

E' stato presentato l' annuale dossier rifiuti dell’Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, l'analisi a carattere nazionale del servizio di smaltimento dei rifiuti solidi urbani in termini di costo sopportato da una famiglia-tipo di tre persone con reddito lordo complessivo di 44.200€ ed una casa di 100 metri quadri.

L’indagine ha riguardato tutti i capoluoghi di provincia nel 2011, ed è disponibile on line su www.cittadinanzattiva.it con il prospetto per ciascun capoluogo e la composizione delle voci di costo. Veniamo ai dati.

In Italia la spesa media annua più alta si registra in Campania con 378€, la più bassa proprio in Molise (146,5€), a dimostrazione di una marcata differenza tra aree geografiche del Paese, che trova conferma anche all’interno di una stessa Regione: in Molise, a Campobasso per la Tarsu si arriva a pagare 171€, 49€ in più rispetto alla Tarsu che si paga a Isernia, in assoluto la città italiana con i costi più contenuti.

Altro dato interessante è che il Sud pur producendo meno rifiuti li paga di più: in media, per pagare la bolletta dei rifiuti si spende di più nelle regioni del meridione (264€), dove l’aumento rispetto al 2010 è stato dell’1,5% (+15% rispetto al 2007); seguono le regioni centrali (252€), +2% rispetto al 2010 (+14,5% rispetto al 2007) e il Nord Italia (228€) con un +2,2% rispetto al 2010 (+12% rispetto al 2007).

Di contro, è il Centro che registra la media più elevata in quanto a produzione pro capite di rifiuti: (604 kg), seguito da Nord (530kg) e Sud (493 kg).

I virtuosi della raccolta differenziata, invece, sono le regioni del Nord, nettamente avanti (48%, sostanzialmente in linea con quanto stabilisce la legge) rispetto a Centro (25%) e Sud (19%).

In generale poi, in Italia, in media, in un anno la nostra famiglia-tipo ha sostenuto nel 2011 una spesa di 246€ per il servizio di smaltimento dei rifiuti solidi urbani (+2,1% rispetto al 2010, +14% dal 2007 ad oggi), con Napoli quale città più cara per le tariffe rifiuti (508€) e Isernia la più economica (122€).

La spesa per i rifiuti è aumentata anche in in Basilicata, dove nel 2011 Basilicata la spesa media annua per lo smaltimento e' stata di 191 euro, con un aumento dell'0,8 per cento rispetto all'anno precedente.

Un dato comunque molto al di sotto della media nazionale di 246 euro, con uno scarto dunque di di 55 euro.

Altro dato incoraggiante è il secondo posto di Matera (dietro Isernia) tra le citta' italiane dove il servizio costa meno: 128 euro per la Tarsu contro i 254 euro di Potenza.

weekend basilicata

IvyTour

ESCURSIONI E VISITE GUIDATE VIAGGI E VACANZE AVVENTURA IN BASILICATA

Tour Operator in Basilicata

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca in basso su Approfondisci.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Questo banner non è una nostra scelta, ma un obbligo di legge.