Ti trovi qui:AlParco / Archivio eventi / Giornate Europee del Patrimonio 2012 - Appuntamenti in Basilicata

Giornate Europee del Patrimonio 2012 - Appuntamenti in Basilicata

Scritto da

29 e 30 settembre, le Giornate Europee del Patrimonio “L’Italia tesoro d’Europa”: aperti gratuitamente tutti i luoghi d’arte statali

Tanti gli eventi previsti in Basilicata tra mostre, convegni, aperture straordinarie, laboratori didattici, visite guidate e concerti

Ecco il programma di eventi proposto nelle due giornate


Iniziative in provincia di POTENZA

Albano di Lucania

visita guidata

Arca Giò e il suo patrimonio ludico - culturale

Visita guidata alle esposizioni del Museo interattivo del giocattolo povero che presenta, tra l’altro, le collezioni di giocattoli poveri tradizionali e di giochi tradizionali di strada, una collezione d’arte contemporanea sul tema del gioco. L’iniziativa è organizzata da Arca Giò – Museo interattivo del giocattolo povero e dal Comune di Albano di Lucania, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di albano di Lucania e con il Dipartimento di Scienze Pedagogiche e Didattiche della Facoltà di Scienze della Formazione – Università di Bari

29 – 30 settembre, ore 10.00 -13.00/17.00 - 20.00

Museo interattivo del giocattolo povero e del gioco di strada - Piazza Salvo D'Acquisto

info e prenotazione: 0971.984006 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.museogiocattolopovero.it

 

Campomaggiore

visita guidata

La città dell’Utopia

Nelle due giornate i visitatori potranno effettuare la visita guidata nella Città dell’Utopia, oggi Campomaggiore Vecchio, paese ormai fantasma, abbandonato a seguito di una frana nel 1885. L’antico centro è stato concepito e progettato nel XVIII secolo, sulla base delle teorie utopistiche dei pensatori illuministi Charles Fourier e Robert Owen. Le loro idee si riscontrano nella struttura urbanistica a scacchiera, ideata dall’architetto Giovanni Patturelli, allievo di Luigi Vanvitelli, realizzata a scacchiera, nell’ubicazione della chiesa e del Palazzo baronale, e nell’idea di programmare e attrezzare il borgo per ospitare un preciso numero di abitanti (circa 1600) in un sistema di convivenza perfetta.

Domenica 30 settembre - ore 16.30

Cerimonia per l’apposizione dello “Scudo Blu” (simbolo introdotto dalla Conferenza dell’Aja per la protezione dei beni culturali) sui ruderi del Casino della Contessa e sui ruderi dell’antico centro di Campomaggiore, a cura della SIPBC (Società Italiana Protezione Beni Culturali).

L’iniziativa è organizzata dal Comune di Campomaggiore

29 – 30 settembre, ore 9.00-17.00

Le visite si effettueranno fino al 31 ottobre

Campomaggiore vecchio

info e prenotazione (obbligatoria): 349.7884635 - 347.9354611

www.comune.campomaggiore.pz.it

 

Castelmezzano

visita guidata

Da Castelmezzano alla fortezza di Pietrapertosa sull’antico sentiero contadino

L’iniziativa vuole essere un contributo alla conoscenza e valorizzazione di uno dei territori più suggestivi della Basilicata, il Parco Regionale di Gallipoli Cognato e delle Piccole Dolomiti Lucane, ricco di interessanti peculiarità paesaggistiche e architettoniche. Il progetto intende promuovere l’antico sentiero contadino che da Castelmezzano scende al ponte sul torrente Caperrino, in fondo alla valle, e risale, sull’altro versante, fino a raggiungere l’abitato di Pietrapertosa e la fortezza medievale. Il percorso si snoda, per circa 3 Km, tra incantevoli scorci naturalistici ed è reso più interessante da installazioni scultoree che evocano storie legate alle tradizioni e all’immaginario popolare, ispirate al racconto Vito ballava con le streghe dello scrittore e giornalista lucano Mimmo Sammartino, dando vita al "Percorso delle sette pietre". La visita al castello di Pietrapertosa rappresenta, inoltre, l’occasione per apprezzare un pregevole esempio di fortificazione rupestre medievale, attestata fin dal sec. XI. Il complesso intervento di restauro che ha interessato il manufatto ha permesso la ricostruzione delle sue fasi evolutive, restituendo un importante tassello di storia della nostra Regione.

L’iniziativa è organizzata dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici della Basilicata in collaborazione con i Comuni di Castelmezzano e Pietrapertosa.

29 e 30 settembre - ore 9.00

Castelmezzano - Piazza Paternò

info: 0971.489434 / 0971.489439 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Forenza

presentazione catalogo

Forenza Barocca

Il catalogo “Forenza Barocca”, curato dalla prof.ssa Elisa Acanfora, raccoglie i risultati di un progetto di ricerca avviato lo scorso anno. Attraverso il catalogo è possibile comprendere l’effettiva importanza della splendida stagione artistica che interessò la comunità forenzese a cavallo tra il XVII e il XVIII secolo, periodo in cui nella cittadina vennero accolti dipinti, sculture in legno e oreficerie di primissimo piano nel panorama artistico meridionale. Seguiranno le visite guidate alle chiese di San Nicola, dell’Annunziata e del Santissimo Crocifisso dove sono stati allestiti alcuni pannelli descrittivi delle principali opere d’arte presenti all’interno.

L’iniziativa è organizzata da Portasibilla - Società di Servizi per l’Arte, in collaborazione con l’Università degli Studi della Basilicata / Facoltà di Lettera e Filosofia e il Comune di Forenza.

29 settembre, ore 18.30

Chiesa e Convento del Santissimo Crocifisso - Via Convento

info: 333.1600442 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

rappresentazione teatrale

Forenza Medievale. Dialogo sulla bellezza ritrovata

Reading teatrale sull’arte medievale. Un viaggio a ritroso nel tempo che conduce gli astanti fino all’epoca a cui risale la struttura, consegnandole nuova attenzione e immagine. In uno speciale dialogo si tratterà dell’importanza che questo e altri luoghi di culto assumevano nella produzione artistica e culturale del Medioevo. I testi sono tratti da un saggio sulla filosofia medievale dello storico dell’arte Ananda Kentish Coomaraswamy.

L’iniziativa è organizzata dal Comune di Forenza in collaborazione con “In Arte Multiversi” / Associazione culturale “Arca”.

30 settembre, ore 18.30

Chiesa di Santa Maria degli Armeni - Contrada Monte Madonna dell'Armenia

Info: 0971.25683 – 339.8071678 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Genzano di Lucania

inaugurazione

Il Castello di Monteserico

A conclusione di un lungo lavoro di restauro, viene restituito alla collettività il castello di Monteserico, edificato nel XI secolo in una posizione strategica, al confine tra i territori bizantini della media e bassa valle del Bradano (Montepeloso, Matera e Montescaglioso) e quelli, prima longobardi e poi normanni, del nord-est della Basilicata.

Il fortilizio, con l’abitato circostante esteso su un versante della collina, nel XIII secolo si caratterizza come domus legata allo sfruttamento delle risorse agricole del ricco territorio, allora demanio regio di Federico II. Appartiene nei secoli successivi ai Grimaldi e ai Sancia e diventa proprietà Comunale alla fine degli anni ’80. L’intervento di recupero e restauro del castello, punto focale di lettura di un vasto paesaggio naturale, rientra nel piano strategico territoriale di valorizzazione del patrimonio culturale della Regione, che prevede il completamento del sistema dei castelli, attualmente incentrato soprattutto sui castelli federiciani di Lagopesole e Melfi e su quello aragonese di Venosa. Per l’occasione sono allestite mostre tematiche sulla storia del castello e i lavori di restauro eseguiti.

L’iniziativa è organizzata dalla Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Basilicata, dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici della Basilicata, dal Comune di Genzano di Lucania in collaborazione con l’Agenzia di Promozione Territoriale della Basilicata.

29 settembre, ore 11 inaugurazione

ore 16

esibizione Gruppo Stabile Folkloristico “Mario di Pierro” di Genzano di Lucania

spettacolo di Falconieri e Archibugieri dal Parco della Grancia

Tamburi e Chiarine - Gruppo San Martino De Pauperibus

ore 18 - esibizione Gruppo Musicale Graziano Accinni Etnhos Trio

ore 20 - fuochi pirotecnici

Castello di Monteserico

info: 0971.489415 – 349.1378397

 

Lagonegro

inaugurazione

La Chiesa della Candelora

La chiesetta presenta al suo interno, tra le altre opere, due raffinatissimi dipinti su zinco datatati 1874 e firmati Pietro Cascini, raffiguranti l’Assunzione della Madonna [in volta], l'Annunciazione e l’Incoronazione della Vergine [sulle pareti].

Durante i lavori di restauro, dietro il coro ligneo ottocentesco, è stato rinvenuto, sulle pareti destra e sinistra, una doppia redazione di un ciclo di affreschi del XV e XVIII secolo.

L’iniziativa è organizzata dalla Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici della Basilicata, dal Comune di Lagonegro e dalla dalla Diocesi di Tursi-Lagonegro.

30 settembre, ore 10.00

Chiesa della Candelora

Info: 338.8831053 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Lavello

I tesori di Lavello: i musei e il territorio

apertura straordinaria

29 e 30 settembre - orario: 10-12 / 16-19

Palazzo Ducale – Via Cavour

Civico Antiquarium

Nel Civico Antiquarium, ubicato al piano nobile del Palazzo Ducale ed allestito nel 2003 con reperti derivanti dall'Antiquarium del 1926, vengono conservati reperti archeologici di suggestiva bellezza tra cui il complesso Ipogeico 1036, unico nel suo genere.

Museo della Civiltà Contadina

Nel museo, attraverso i materiali di uso quotidiano, gli arredi della casa, gli attrezzi agricoli e i costumi, si conserva la memoria storica e sociale del mondo contadino.

visite guidate

appuntamento: ore 8.30 presso il Centro Sociale “Michele Di Gilio” (Largo Tuscania)

29 settembre - I siti archeologici

- Casa del diavolo. Su una collinetta a destra del torrente Olivento, si possono vedere i resti di un antico stabilimento termale del III secolo a cui fu dato il nome di Casa del Diavolo probabilmente per il rosso del laterizio, caratteristica fondamentale della costruzione.

- Parco archeologico di Gravetta. Sull’altura di Gravetta, ai margini di un pianoro che si affaccia sulla Valle dell’Ofanto, è stato portato alla luce, negli anni 1989/90, un luogo di culto databile al momento successivo all’occupazione romana (III secolo a.C.), dedicato ad una divinità delle acque. L’interno, pavimentato con mosaico in tessere di colore bianco, contiene il basamento di una statua ed un altare. La presenza di due cisterne sottolinea l’importanza dell’acqua nelle cerimonie di culto.

- Necropoli della contrada San Felice. Varie tombe e resti di nuclei abitati caratterizzano questa contrada; i resti più antichi risalgono all’VIII secolo a.C. e sono costituiti da fondi di capanne a struttura tondeggiante, con fosse di scarico e fosse-focolari.

30 settembre - Le masserie

Una passeggiata nel territorio lavellese per visitare alcune “masserie”: Viggiani, Fortunato, Aquilecchia, Parasacco, Ginistrelli, Alvano e, in contrada Finocchiario (territorio dove, nel maggio del 1254, morì Corrado IV), le masserie Bosco delle Rose, Finocchiaro, Iannuzzi.

Le masserie rappresentavano il fulcro della società contadina prima dell'era industriale; sorgevano solitamente nei pressi dei “tratturi” per le transumanze e attorno ad esse ruotava la vita con lo scandire del fluire del tempo attraverso le attività stagionali dei pastori, dei braccianti e dei massari.

Le iniziative sono organizzate dal Comune di Lavello

29 – 30 settembre

info: 0972.80262 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Maratea

mostra

Il paesaggio italiano nella Divina Commedia

Si tratta di una collezione di sessanta fotografie di grande formato che riportano l’immagine dei principali luoghi e paesaggi citati da Dante nel suo poema. La mostra, organizzata per le celebrazioni del centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia, è stata presentata a Torino ad ottobre 2011, nello storico Palazzo Chiablese. E’ articolata in diverse sezioni: introduzione con carta portolanica d’Italia che riporta la situazione geografica del tempo, paesaggi d’Italia e delle regioni italiane, paesaggi dell’anima nell’ispirazione del sommo poeta.

A piè di pagina sono riportati in caratteri gotici i versi della Divina Commedia di riferimento.

Nell’ambito dell’iniziativa, in concomitanza con l’apertura delle scuole, si terrà un Convegno sul tema: “Le caratteristiche e la tutela del paesaggio lucano”.

L’iniziativa è organizzata dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici della Basilicata - Centro Operativo Misto di Maratea, in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici e la Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici della Basilicata.

29 – 30 settembre – orario: 10-13 / 17-21

Palazzo De Lieto - Via sotto il Campanile Maggiore

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Melfi

convegno e mostra documentaria

Fra mappe e disegni. Lo “Stato di Melfi attraverso le antiche carte dei principi Doria Pamphili

Il convegno si pone l’obiettivo di approfondire, con particolare riferimento al territorio di Melfi, le varie potenzialità di ricerca racchiuse in un patrimonio documentario di straordinario interesse quale è quello dell’archivio dei principi Doria Pamphili, custodito per una parte a Roma e, per la parte concernente la gestione del complesso feudale pervenuto ad Andrea Doria nel 1531, nell’Archivio di Stato di Potenza. Alla chiusura del convegno sarà inaugurata una mostra di documenti provenienti dal fondo Doria Pamphili dell’Archivio di Stato di Potenza. La mostra rimarrà aperta fino al 4 novembre

L’iniziativa è promossa dall’Archivio di Stato di Potenza

29 settembre – ore 17

Museo civico di Palazzo Donadoni – Vico Rispoli

info: 0971.56144 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

mostra

La donna daunia, da custode dell'oikos a mater familias

Attraverso l’esposizione di corredi funerari femminili dei siti dauni del melfese si propone la rappresentazione del ruolo della donna nella società antica e i mutamenti legati alle vicende storico-culturali che registrano, nei livelli più elevati dello status sociale, il passaggio da un ruolo strettamente attinente alla sfera domestica (custode del focolare domestico e di tutte le pratiche collegate), all’esercizio di attività promotrici del ruolo sociale costruite attorno alla sfera dell’hestia e delle pratiche connesse quali l’organizzazione e la partecipazione ai banchetti e convivi. La mostra rimarrà aperta fino al 31 ottobre 2012.

L’iniziativa è organizzata dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici della Basilicata

29 – 30 settembre – orario: 9-20

Museo archeologico nazionale del Melfese “Massimo Pallottino”

info: 0972.238726 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Montemurro

Presentazione delle sculture e dei dipinti restaurati.

L’iniziativa è organizzata dal Comune di Montemurro e dalla Parrocchia Sant’Antonio, con la collaborazione della Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici della Basilicata.

30 settembre – ore 11

ex Chiesa San Domenico

info: 338.8831053 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Muro Lucano

mostra

Le produzioni vascolari indigene d'età arcaica

Le produzioni vascolari indigene d'età arcaica nell'area nord-lucana: forme e sintassi decorativa.

La mostra rimarrà aperta fino al 31 dicembre.

L’iniziativa è organizzata dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici della Basilicata.

29 e 30 settembre - orario: 9-13 / 18-20

Museo Archeologico Nazionale - Via Seminario

Info: 0976.71778 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Pietrapertosa

visita guidata

Da Castelmezzano alla fortezza di Pietrapertosa sull’antico sentiero contadino

L’iniziativa vuole essere un contributo alla conoscenza e valorizzazione di uno dei territori più suggestivi della Basilicata, il Parco Regionale di Gallipoli Cognato e delle Piccole Dolomiti Lucane, ricco di interessanti peculiarità paesaggistiche e architettoniche. Il progetto intende promuovere l’antico sentiero contadino che da Castelmezzano scende al ponte sul torrente Caperrino, in fondo alla valle, e risale, sull’altro versante, fino a raggiungere

l’abitato di Pietrapertosa e la fortezza medievale. Il percorso si snoda, per circa 3 Km, tra incantevoli scorci naturalistici ed è reso più interessante da installazioni scultoree che evocano storie legate alle tradizioni e all’immaginario popolare, ispirate al racconto Vito ballava con le streghe dello scrittore e giornalista lucano Mimmo Sammartino, dando vita al "Percorso delle sette pietre". La visita al castello di Pietrapertosa rappresenta, inoltre, l’occasione per apprezzare un pregevole esempio di fortificazione rupestre medievale, attestata fin dal sec. XI. Il complesso intervento di restauro che ha interessato il manufatto ha permesso la ricostruzione delle sue fasi evolutive, restituendo un importante tassello di storia della nostra Regione.

L’iniziativa è organizzata dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici della Basilicata in collaborazione con i Comuni di Castelmezzano e Pietrapertosa

29 e 30 settembre - ore 9.00

Castelmezzano - Piazza Paternò

info: 0971.489434 / 0971.489439 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Pignola

visita guidata

L’utilizzo dell’acqua - exempla: Il mulino Cammarota di Pignola

Attraverso la visita guidata si vuol dare l’opportunità di scoprire una categoria di beni culturali poco conosciuti e valorizzati presenti nel territorio regionale, legati allo sfruttamento delle risorse idriche. In località Ponte Mallardo di Pignola con la visita all’antico “molino” ad acqua della famiglia Cammarota, che attraverso un particolare intervento di recupero funzionale è stato riportato alla suo aspetto originario e rappresenta un’importante testimonianza di architettura rurale tipica della “civiltà contadina”. Nell’abitazione del mugnaio, annessa al mulino, è allestita un’esposizione di attrezzi tipici dell’arte “molitoria”, diffusa nell’Ottocento in tutta la valle del fiume Basento.

L’iniziativa è organizzata dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici della Basilicata.

29 - ore 10.30

Mulino Cammarota - Ponte Mallardo

info: 0971.489439 - 349.1460070

 

Potenza

premiazione

Giornate Europee del Patrimonio: Paolo Cioffi, produttore di cultura 2012

La Biblioteca Nazionale di Potenza, nell'ambito delle Giornate Europee del Patrimonio, intende premiare ogni anno un artista lucano vivente (scrittore, pittore, musicista ecc.) che, attraverso l’opera del suo ingegno, rappresenta un patrimonio culturale da tutelare e far conoscere. L'iniziativa che nasce per la prima volta nell' anno in corso, avrà come protagonista lo scrittore Paolo Cioffi, autore di romanzi in cui filosofia, storia, musica, arte ben si mescolano tra loro, dando vita a una narrazione sempre molto complessa e articolata.

L'iniziativa è organizzata dalla Biblioteca Nazionale di Potenza.

27 settembre - ore 10

Biblioteca Nazionale di Potenza - Via del Gallitello, 103

info: 0971.54829 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

mostra

1911-2011 Gallimard: un siècle d'èdition

Dal 27 settembre 2012 al 31 ottobre 2012

È la storia dell’itinerario intellettuale della nota casa editrice francese,una delle più prestigiose d’Europa, che con le sue pubblicazioni, opere di autori non solo francesi, ha percorso un secolo di storia letteraria. La mostra rimarrà aperta fino al 31 ottobre.

L’iniziativa è organizzato dalla Biblioteca Nazionale di Potenza in collaborazione con la sezione potentina dell’Alliance Française.

27 settembre - ore 18

Biblioteca Nazionale di Potenza - Via del Gallitello, 103

info: 0971.54829 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Iniziative organizzate dall’U.I.C.I. (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) di Potenza

mostra e laboratori didattici

In viaggio attraverso i sensi. Parole da toccare: il Braille

mostra

Case in viaggio, ovvero gli oggetti domestici si raccontano in valigia

Le Case in viaggio sono valige che contengono scatole. Ogni scatola, a sua volta, contiene oggetti e storie. Le scatole per il loro potere di raccontare diventano, quindi, libri e, in particolare, libri accessibili, strumenti di accesso ad una esperienza. I “prodotti” contenuti nelle valige rappresentano la voglia condivisa di trovare soluzioni inclusive per favorire l’esercizio più ampio dei diritti di cittadinanza, a partire dal sapere e dalla creatività. Dopo ogni viaggio, le Case ripartono più cariche di come sono arrivate, poiché si arricchiscono delle esperienze di chi le ha ospitate. Ospitare significa, infatti, costruire e donare un nuovo libro alle case in viaggio. A latere della mostra sarà possibile visionare tavole a rilievo, libri tattili e in Braille, giochi da tavolo e altro materiale didattico e per il tempo libero ad uso dei ciechi e degli ipovedenti. La mostra rimarrà aperta fino al 6 ottobre.

Iniziativa realizzata in collaborazione con la Coop. Sociale Alba Nuova di Cancellara (Pz) e con l’associazione culturale “La luna al guinzaglio” di Potenza.

29 settembre - 9.30-13 / inaugurazione: 29 settembre, ore 10

U.I.C.I. - Corso Giuseppe Garibaldi, 2

info: 0971.21866 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

laboratori didattici

Puntini in gioco

sabato 29 settembre, ore 10.30

Il laboratorio è rivolto prevalentemente agli alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado ed è finalizzato ad illustrare, attraverso il gioco, il codice a punti utilizzato dai ciechi di tutto il mondo.

Immagina e crea il tuo oggetto fantastico

sabato 6 ottobre, ore 10.30

Il laboratorio è rivolto a studenti o chi abbia voglia di sperimentarsi in attività manuali ad occhi chiusi. Il laboratorio consiste nell’ascolto di un testo e nella manipolazione dell’argilla per realizzarne un oggetto che sia espressione delle proprie emozioni e percezioni

U.I.C.I. - Corso Giuseppe Garibaldi, 2

Info e prenotazioni: 0971.21866 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

concerto

secolare viaggio alla ricerca del repertorio …

Concerto del Gesualdo Bass Quartet, quartetto di contrabbassi (Carmine Laino, Antonio Tiri, Andrea Macellaro, Vittorio Luigi Romano).

L’iniziativa è organizzata dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici della Basilicata.

29 settembre - ore 18

Museo archeologico nazionale della Basilicata “Dinu Adamesteanu” - Via Andrea Serrao

info: 0971.21719 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La terra inespugnabile. L’applicazione della legge Zanardelli attraverso le carte del Commissariato civile per la Basilicata

Nel corso della visita verrà illustrata l’attività svolta dal Commissariato civile per la Basilicata, l’ente speciale che si occupò dell’attuazione della cosiddetta “legge Zanardelli” tra il 1904 e il 1924. I carteggi, nei quali sono documentate opere forestali e pubbliche, la realizzazione di strade nazionali e provinciali, opere di bonifica, sistemazioni idrauliche, etc., costituiscono una mole cartacea di straordinario interesse per la storia del territorio, la quale consente una riflessione più meditata sulle potenzialità di una legge semplicisticamente liquidata come poco incisiva nello scardinamento degli antichi assetti territoriali, economici e sociali di una “terra inespugnabile”.

L'iniziativa è organizzata dall’Archivio di Stato di Potenza.

29 settembre - ore 9-13

Archivio di Stato di Potenza - Via Nazario Sauro, 1

info: 0971.56144- Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

visita guidata

Alla scoperta della Cattedrale di San Gerardo

La visita guidata darà l’opportunità di scoprire la Cattedrale di San Gerardo con illustrazione anche di aspetti poco conosciuti, relativi sia alla storia artistica della chiesa che a quella religiosa. Particolare attenzione verrà posta sui messaggi evangelici che il clero di ieri ha voluto trasmettere alla comunità potentina, custoditi nella “fabrica figlia, nata dopo milleduecento anni dal parto, che fu senza pari nel rinnovare la terra”. Potranno essere visitati inoltre i resti della fabrica madre, datati IV-VI secolo d.C., presenti nella cripta ubicata sotto l’altare principale.

L’iniziativa è organizzata dall’Arcidiocesi di Potenza / Ufficio Pastorale del Turismo.

29 e 30 settembre - ore 11.30 e 17.30

Cattedrale di San Gerardo - Largo Duomo

info e prenotazioni: 338.4115285 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Iniziative organizzate dalla Provincia di Potenza / Museo e Pinacoteca Provinciale

presentazione

Il Museo Provinciale di Potenza

Verrà presentata la nuova guida cartacea, in italiano e in inglese, del Museo e della Pinacoteca e verrà inoltre presentata, in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Basilicata, la proposta di ricostruzione di un tratto dell’acquedotto di età moderna rinvenuto nella periferia di Potenza.

Il percorso museale sarà arricchito da un’esposizione di materiali lapidei (stele ed epigrafi) relativi alla Potentia romana.

29 e 30 settembre - ore 9-14 / 16-19

Museo Provinciale di Potenza - Via Lazio, 7

info: 0971. 444833 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

visita libera

La Pinacoteca Provinciale di Potenza

Nel sito è esposta la mostra permanente intitolata a Concetto Valente che include opere pittoriche dell'Ottocento e del Novecento di artisti lucani (Tedesco, Petroni, Di Chirico, Giocoli, per citarne alcuni) e non (ad esempio, Guttuso). L'esposizione si è arricchita recentemente di alcune opere di Andrea Petroni precedentemente esposte nella sala del Consiglio provinciale.

Di particolare rilievo le due tavole cinquecentesche attribuite alla bottega di Antonio Stabile.

29 e 30 settembre - ore 9-14 / 16-19

Pinacoteca Provinciale di Potenza - Via Lazio, 17

info: 0971. 469477 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

convegno

Federico II e la sua corte (ovvero la nascita della lingua italiana)

Al di là di qualsiasi giudizio storico, è ampiamente nota la passione per la scienza e per le arti che animò l'azione di Federico II. Egli si circondò di matematici, astrologi, poeti, giuristi, artisti che fecero della sua Corte il luogo più avanzato della cultura dell'epoca, anticipando di secoli caratteri che solo molto più tardi avrebbero trovato sviluppo nelle corti europee. In questo clima di particolare intensità culturale, la lingua italiana emise i suoi primi vagiti, in contemporanea con altri esempi toscani, ma con caratteri suoi propri, dando luogo alla "Scuola Siciliana" - troppo spesso poco considerata nella storia della letteratura italiana. All'interno quindi di una sintetica descrizione della corte imperiale, la relazione, del prof. Giambattista De Tommasi, volge l'attenzione alle prime liriche in volgare, magistralmente interpretate, attraverso interventi videoregistrati, dagli attori Totò Onnis e Antonella Maddalena, attraverso i quali emerge lo spaccato di un'epoca e dei valori eterni che la animarono.

L'iniziativa è organizzata dal Rotary International Club Potenza Ovest e dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici della Basilicata.

30 settembre - ore 18

Museo archeologico nazionale della Basilicata “Dinu Adamesteanu” - Via Andrea Serrao

info: 0971.21719 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

San Fele

visita guidata

L’utilizzo dell’acqua - exempla: Le cascate di San Fele “ U uattenniere”

L’iniziativa vuole essere un contributo concreto alla conoscenza, promozione e valorizzazione di uno dei luoghi più suggestivi della Basilicata, ancora poco conosciuto ma ricco di potenzialità, dove sono ancora visibili significative testimonianze dell’utilizzo delle risorse idriche da parte delle comunità locali. È prevista un’escursione guidata di circa 3 ore lungo un percorso di 5 Km lungo il corso del torrente Bradano alla scoperta delle suggestive cascate “U uattenniere”, immersi in una natura ancora incontaminata, tra incantevoli scorci paesaggistici. Nel suo percorso a valle, assai scosceso e accidentato, il torrente genera numerose cascate di cui per ora solo alcune accessibili e opportunamente messe in sicurezza. Sulle sponde del corso d’acqua insistono ancora oggi i resti di una dozzina di antichi mulini ad acqua e di un'antica “gualchiera” - impianto preindustriale per la lavorazione, follatura e pulitura della lana. Il nome “U uattenniére”, attribuito alle cascate, deriva proprio dalla trasposizione dialettale di “gualchiera”. L'impianto è stato operante fino al 1945.

L’iniziativa è organizzata dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici della Basilicata e dall’Associazione Volontaria Tutela e Valorizzazione Cascate di San Fele “U uattenniere”.

30 settembre - ore 9.30

Corso Umberto I, 25

info e prenotazione (obbligatoria): 347.5187398 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Sarconi

visita guidata

L’utilizzo dell’acqua - L'acquedotto “Cavour” di Sarconi e il mulino sul fiume Maglia

L’iniziativa ha lo scopo di promuovere la conoscenza di due significativi esempi di ingegneria idraulica presenti in Val d’Agri, nel territorio di Sarconi (PZ): l'acquedotto “Cavour” e il mulino

sul fiume Maglia. L'acquedotto “Cavour”, nel centro abitato di Sarconi, fu realizzato a scopo irriguo nel 1890 con una maestosa struttura posta su arcate in muratura di pietra e mattoni. L'acquedotto rappresenta l'unico esempio del genere conservato in Basilicata. In località Madonna del Carmine, si trova il mulino ad acqua sul fiume Maglia, presente in alcune sequenze del film “Basilicata coast to coast”. L’edificio, con tipica struttura a “torre” ed una macchina idraulica a ruota orizzontale, rimase in attività fino a quando la zona non fu raggiunta dall’energia elettrica.

L’iniziativa è organizzata dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici della Basilicata.

29 settembre - ore 16

località Madonna del Carmine

info e prenotazione (facoltativa): 0971.489439 / 349.1460070

 

Venosa

visita guidata

Museo e Parco Archeologico

Gli studenti delle quarte e quinte classi degli Istituti d'Istruzione Superiore di Venosa accoglieranno i visitatori del Museo e del Parco Archeologico ed effettueranno insieme al personale della Soprintendenza visite guidate.

L’iniziativa è organizzata dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici della Basilicata.

29 e 30 settembre - ore 9-20

Museo Archeologico Nazionale di Venosa - Piazza Umberto I

info: 0972.36095 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

visita guidata

Le cattedrali di Venosa

L’offerta di visite guidate alla Cattedrale di Sant'Andrea e all'Abbazia della SS. Trinità ha non solo lo scopo di far conoscere due tra le più interessanti preesistenze architettoniche della città di Venosa, ma soprattutto di evidenziare come, nel corso dei secoli, i rapporti tra i popoli e gli avvenimenti storici hanno consentito, nell'ambito del dialogo interculturale, di dar vita a quel crogiuolo di civiltà che è oggi l'Europa.

L’iniziativa è organizzata dalla Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici della Basilicata.

29 e 30 settembre - ore 9-13 / 15.30-18.30

Info prenotazioni: 0972.36095 / 338.9898642 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Iniziative in provincia di MATERA

Ferrandina

inaugurazione

Madonna del Rosario e scene della vita di Gesù

I dipinti di Anna Maria Casamassa e di Nicola Pavese fanno da sfondo alla lettura di versi di Carlo Abbatino, sulle note del chitarrista Marco Fusco. La mostra rimarrà aperta fino al 5 ottobre.

L’iniziativa è organizzata dall’Associazione Culturale “La cupola verde”, in collaborazione con il Comune di Ferrandina

29 settembre - orario: 17-20

Complesso monumentale di Santa Chiara - Largo Palestro

info: 0835.336089 / 327.1480225 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Grassano

visita guidata

I luoghi d’ispirazione del “Cristo si è fermato a Eboli”

L'itinerario parte da Palazzo Materi, con la visita della mostra fotografica di Mario Carbone, che accompagnò Carlo Levi, nel suo viaggio in Lucania nella primavera del 1960 e, subito dopo, del piano nobile del Palazzo, con i suoi arredi originari. Vengono poi ripercorsi i luoghi del centro storico di Grassano: Corso Umberto, i duecento passi, la Locanda Prisco, la Chiesa Madre. Lungo il percorso vengono rappresentate scene di vita grassanese collegate alle vicende del “Cristo” che ricreano la suggestione di quei momenti. L’itinerario si completa con la visita della Locanda Prisco con allestimento multimediale che illustra il passaggio di Carlo Levi a Grassano.

Nel corso delle due giornate su prenotazione (obbligatoria), è possibile pranzare o cenare nei locali convenzionati consumando piatti tipici della tradizione locale.

L'iniziativa è organizzata dall'Associazione Culturale Crassanum, in collaborazione con il Comune di Grassano e l’Associazione Teatro Minimo di Basilicata.

29 e 30 settembre - ore 9-13 / 16-19

Palazzo Materi - Corso Umberto I

info e prenotazioni: 0835.527165 / 339.6403277

 

Grottole

inaugurazione

Restauro della scultura lignea "Sant'Antonio Abate"

Il Santuario di Sant'Antonio Abate è un complesso architettonico la cui costruzione risale al 1371. Ad esso era annesso un piccolo ospedaletto per la cura dei lebbrosi e del "fuoco di Sant'Antonio". Fu voluto dalla regina Giovanna I di Napoli per arginare il contagio della malattia. La chiesa attuale e il corpo di fabbrica adiacente furono consacrati dal Vescovo di Irsina nel 1733. Nel 1775 il Santuario passò all'Ordine Costantiniano di San Giorgio e in seguito affidato al clero diocesano. L'importanza del luogo è testimoniata da un'opera di Giovanni Antonio Bazzi, custodita nella "Galleria delle carte geografiche" del Vaticano. La scultura lignea risale al XV-XVI secolo ed è ubicata sull'altare maggiore.

L’iniziativa è organizzata dalla Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici della Basilicata

29 settembre - ore 17

Santuario di Sant'Antonio Abate - Contrada Fosso Magno

info: 338.8831053 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Matera

presentazione

Lapidazione di Santo Stefano

Presentazione del dipinto di Michele Ricciardi [Foggia ? 1672 ca. - Penta di Fisciano 1753], Lapidazione di Santo Stefano, proveniente dalla Chiesa Madre San Michele Arcangelo di Sant'Angelo Le Fratte, di recente restaurato.

L’iniziativa è organizzata dalla Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici della Basilicata.

28 settembre - ore 18.30

Museo Nazionale d'Arte Medievale e Moderna della Basilicata - Palazzo Lanfranchi

info: 338.8831053 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

mostra

Alma Mater

Fotografie di Francesco Pentasuglia che del suo lavoro scrive: «Le campagne del Materano, spopolate, sono avvolte dal silenzio vivificato, nella sua profondità e persistenza, dal fugace aliare dei volatili o, nei luminosissimi giorni di maggio, dal fruscio delle ariste accarezzate dal mitico Favonio, lo Zèfiro dei poeti, il vento di ponente. Il paesaggio agrario, in primavera, muta repentinamente, folgorato da saettanti lame di luce che irrompono dalla scomposta nuvolaglia e disegnano, sui coltivi, fasce parallele, con un alternarsi di improvvisi bagliori ed ombre, nella labilità impressionistica di cromie sempre cangianti delle spighe di grano che trascolorano in una quiete serenatrice».

L’iniziativa è organizzata dalla Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici della Basilicata.

28 settembre - 31 ottobre - orario: 9-20 (chiuso il mercoledì)

Museo Nazionale d'Arte Medievale e Moderna della Basilicata - Palazzo Lanfranchi

info: 338.8831053 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

mostra

La Bibbia, Libro di Vita e di Cultura

La mostra si pone come un vero evento culturale essendo accompagnata da una serie nutrita di conferenze e di incontri che permettono, non solo l’approfondimento di tematiche fondamentali per la nostra cultura occidentale, ma anche un sereno confronto tra le diverse opzioni culturali.

La rassegna costituisce, per i credenti religiosi e laici, una favorevole occasione per rivisitare temi cari alla fede e, per i laici non credenti, una utile occasione per ammirare i passi significativi dello sviluppo culturale della nostra civiltà mediterranea ed europea per ciò che concerne la stampa, l’editoria e l’espressione artistica determinata dall’evolversi delle tecniche incisorie: xilografia, acquaforte, litografia. La mostra rimarrà aperta fino al 23 ottobre 2012.

L’iniziativa è organizzata dall’Arcidiocesi di Matera-Irsina e dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici della Basilicata

29 e 30 settembre - orario: 9-13 / 16-20

ex Ospedale San Rocco

info: 0835.332012 / 0835.330060 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

visita libera

MUSMA - Museo della Scultura Contemporanea

Il MUSMA aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio applicando una riduzione al prezzo d'ingresso per la visita della Collezione del Museo e delle mostre "Alberto Zanmatti e i compagni di strada", “John Cage e l’arte dell’avvenire” e "4CAGEwalls (1999-2012)".

29 e 30 settembre - orario: 10-14 / 16-20

MUSMA - Museo della Scultura Contemporanea - Via San Giacomo (Sasso Caveoso)

info: 366.9357768 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

mostra

Incontro con ... "Domenico Ridola"

La mostra, allestita in occasione del centenario dell’istituzione del Museo, valorizza la poliedrica personalità del fondatore, acuto archeologo, medico illustre, politico e amministratore autorevole, bibliofilo, collezionista. La rassegna, oltre ad offrire un doveroso omaggio alla figura di Domenico Ridola, sottolinea il valore e l'attualità delle sue ricerche archeologiche che hanno rivoluzionato le conoscenze sulle vicende storiche più antiche della città di Matera e del suo territorio. Le ricerche sono riprese negli ultimi decenni con scavi e progetti di studio in collaborazione con enti di ricerca nazionali ed internazionali. “Donando il mio Museo allo Stato io non ho fatto altro che il mio dovere verso la scienza, verso il mio paese, e, lasciatemelo dire, verso me stesso. Al dovere compìto non vanno date né lodi, né ringraziamenti”.

L'iniziativa è organizzata dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici della Basilicata.

29 e 30 settembre - orario: 9-20

Museo Archeologico Nazionale “Domenico Ridola”

info: 0835.310058 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

mostra

Trasanello ... quattro passi nella Murgia preistorica

La mostra espone una scelta dei materiali archeologici e presenta le ricerche in corso nel villaggio neolitico di Trasanello . L'obiettivo è quello di illustrare il percorso " dallo scavo, al laboratorio, all'esposizione", dando spazio ai risultati ottenuti attraverso la moderne metodologie di studio e tecniche di indagine ,che hanno fornito importanti informazioni per la comprensione delle antiche comunità vissute nel materano. Nell'accattivante allestimento sono inserite anche ricostruzioni sperimentali, come un modellino di capanna dell'età del Bronzo e strumenti e materie prime impiegati per la fabbricazione degli utensili e della ceramica.

L’iniziativa è organizzata dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici della Basilicata e dall'Università di Pisa Dipartimento di Scienze Archeologiche- Sezione Preistoria.

29 e 30 settembre - orario: 9-20

Museo Archeologico Nazionale “Domenico Ridola”

info: 0835.310058 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

visite guidate

Il Museo Nazionale d'Arte Medievale e Moderna della Basilica

Durante le Giornate Europee del Patrimonio saranno effettuate visite guidate alle collezioni permanenti del museo, alla mostra “Periplo della Scultura Contemporanea Italiana 3” e alla mostra “Immagini del patrimonio etnoantropologico della Basilicata”. Le visite guidate proseguono fino al 1° ottobre.

L’iniziativa è organizzata dalla Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici della Basilicata.

29 e 30 settembre - orario: 9-20

Museo Nazionale d'Arte Medievale e Moderna della Basilicata - Palazzo Lanfranchi

info e prenotazioni: 338.8831053 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

mostra

Metaponte - Omaggio ad Albino Pierro. 10 artisti per un poeta

Esposizione della cartella grafiza a cura de l'Equipe Laboratorio Edizioni Ermes - Edizione d'Arte. Opera grafica di 10 artisti lucani, omaggio ad Abino Pierro. La mostra rimarrà aperta fino al 6 ottobre, con il seguente orario: da lun a gio: 8.30-13.30 / 15.30-18.30 ; sab: 8.30-15.30 ; domenica chiuso.

L'iniziativa è organizzata dalla Provincia di Potenza / Biblioteca Provinciale "Tommaso Stigliani"

29 settembre - orario: 8.30-15.30 Biblioteca Provinciale “Tommaso Stigliani”

info: 0835.306502

concerto

Concerto per piano di Samantha Simone

Saranno eseguiti il Concerto italiano BWV 971 e Davidsbundlertanze op. 6 di S. Bach e di R. Schumann. Pianista: Samantha Simone si diploma nel 2002 presso il Conservatorio di Musica “Gioacchino Rossini” di Pesaro.

L’iniziativa è organizzata dalla Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici della Basilicata e dal Conservatorio “Egidio Romualdo Duni” di Matera.

30 settembre - ore 19

Museo Nazionale d'Arte Medievale e Moderna della Basilicata - Palazzo Lanfranchi

Info: 338.8831053 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

convegno

Il patrimonio etnoantropologico della Basilicata

Convegno sul patrimonio etnoantropologico della Basilicata a 10 anni dalla grande mostra del 2003.

L’iniziativa è organizzata dalla Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici della Basilicata e dall'Università degli Studi della Basilicata.

1° ottobre - ore 18.30

Museo Nazionale d'Arte Medievale e Moderna della Basilicata - Palazzo Lanfranchi

Info: 338.8831053 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Policoro

attività didattica

Impianti termali in Basilicata

Il personale del Museo Archeologico Nazionale della Siritide, con il coinvolgimento degli alunni dell'Istituto del Liceo Scientifico di Policoro "E. Fermi" e degli alunni dell'Istituto del Liceo Classico di Nova Siri "Pitagora", tratterà la seguente tematica : Impianti termali in Basilicata (le terme di Ciglio dei Vagni di Nova Siri).

L’iniziativa è organizzata dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici della Basilicata.

29 e 30 settembre - orario: 9-20

Museo Archeologico Nazionale della Siritide - Via Colombo

info: 0835.972154 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Rotondella

mostra

Francesco Oliva a Rotondella. Capolavori ritrovati

La mostra, allestita nella suggestiva Torre Sanseverino, oggi parte di un complesso che ospita anche la Biblioteca Comunale, comprende l’esposizione di due magnifici dipinti, collocati nella chiesa del convento di Sant’Antonio da Padova a Rotondella, con San Rocco e Santa Lucia, che vengono qui ascritti per la prima volta al pittore calabrese Francesco Oliva da Mormanno. Riscoperto dagli studi più recenti, egli è tra i protagonisti più alti e più prolifici della pittura sacra in Basilicata e in Calabria nella seconda metà del XVIII secolo. In occasione delle Giornate Europee saranno effettuate visite guidate.

L’iniziativa è organizzata dal Comune di Rotondella, dalla Regione Basilicata, dalla Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Basilicata, dall’Università degli Studi della Basilicata, dalla Diocesi di Tursi-Lagonegro

29 e 30 settembre - orario: 17-21

Biblioteca Comunale 'Mario Dimatteo' - Corso Garibaldi

info: 346.1205715 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CAPODANNO IN BASILICATA

weekend basilicata

IvyTour

ESCURSIONI E VISITE GUIDATE VIAGGI E VACANZE AVVENTURA IN BASILICATA

Tour Operator in Basilicata

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca in basso su Approfondisci.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Questo banner non è una nostra scelta, ma un obbligo di legge.