Ti trovi qui:AlParco / Notizie / Ambiente e Territorio / Guasto oleodotto segnalato dagli agricoltori. E l'Eni dov'era?

Guasto oleodotto segnalato dagli agricoltori. E l'Eni dov'era?

Scritto da

Sversamento di petrolio dall'oleodotto Viggiano-Taranto: in corso la bonifica

Eni: non interessate le falde acquifere. De Filippo: verifica sui sistemi di monitoraggio

E' in corso la bonifica nel metapontino, in seguito all'incidente di sabato scorso che ha provocato uno sversamento di petrolio dall'oleodotto dell'Eni. La fuoriuscita è avvenuta in località Pizzica-bivio Giulianello. Lo sversamento dell'oleodotto Viggiano-Taranto ha interessato un'area di circa 6 mila metri quadri.

L'Eni, nel corso di una conferenza con gli enti locali che si è tenuta lunedì al municipio di Bernalda, ha riferito di aver attivato il pronto intervento di ditte specializzate che hanno provveduto alla messa in sicurezza e pulizia del pozzetto e ha affermato che«l'area circostante è caratterizzata da una composizione del terreno limo-argilloso che ha evitato l'interessamento delle falde acquifere».

Da parte loro le istituzioni, e anche le associazioni ambientaliste Ola e NoScorie, hanno sottolineato come l'incidente abbia rivelato una preoccupante mancanza nel sistema di controllo da parte dell'Eni nelle situazioni di rischio. Il governatore De Filippo in una lettera all' amministratore delegato Eni, Paolo Scaroni, ha chiesto di verificare il sistema di controllo “del grado di adeguatezza tecnologica e gestionale delle infrastrutture tecnologiche che Eni gestisce in Basilicata”, evidenziando che “a quanto è dato sapere al momento non v'è dubbio che l'incidente sia stato rilevato solo localmente e segnalato da qui alla stessa Eni, con una curiosa inversione di ruoli che lascia una forte preoccupazione sulla effettiva capacità di governo di situazioni di rischio che qualsiasi attività industriale può trovarsi a fronteggiare”.

Secondo il sindaco Leo Chiruzzi, sindaco di Bernalda, poi, “l’emergenza è stata affrontata bene tranne per la mancata immediatezza della comunicazione”. Solo nel tardo pomeriggio di sabato, infatti, l’Eni ha confermato il guasto.

Questa mattina intanto è prevista una nuova riunione e si attendono le relazioni ufficiali dell’Eni per capire in maniera più dettagliata cosa sia successo, quando e perché lo sversamento sia avvenuto, e come mai il complesso sistema di monitoraggio/allarme relativo al pompaggio del greggio non abbia funzionato in maniera adeguata.

weekend basilicata

IvyTour

ESCURSIONI E VISITE GUIDATE VIAGGI E VACANZE AVVENTURA IN BASILICATA

Tour Operator in Basilicata

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca in basso su Approfondisci.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Questo banner non è una nostra scelta, ma un obbligo di legge.